SQUALIFICHE SU MISURA?

Simone Gonano

“ … in campionato ordinario, la fattispecie verrebbe sanzionata con maggior asprezza; la particolarità del Carnico, che si svolge in un tempo ed in un arco di gare ridotto rispetto al campionato “invernale”, permette di “proporzionare” la squalifica mantenendola nei termini di cui in comunicato ufficiale, commisurando cosi il livello di afflittività della sanzione al numero di gare da giocare …”.

Il periodo sopra riportato fa parte della decisione presa dalla Commissione Disciplinare Territoriale in merito al ricorso presentato dal Cercivento contro la squalifica del proprio portiere Simone Gonano. Chi vuole leggerla per intero può consultare il Comunicato Ufficiale n. 11 del 14/08/2012.  Riportiamo quanto ha scritto Sandro Monai, giocatore del Bordano, a proposito dello stralcio di cui sopra:

“Non mi risulta che ci sia un regolamento/interpretazione a parte per il Carnico … Per me questi sono degli incompetenti , riportano su un comunicato ufficiale che avrebbero potuto aumentare la squalifica perché ci sarebbero gli estremi ma non lo fanno, perché il Carnico dura meno degli altri campionati ? Nel Carnico non sapevo ci fosse il periodo dei saldi ( nelle squalifiche) …

Cerchiamo di aprire un dibattito civile sull’interessante riflessione di Sandro.

17 Comments

  • Posted 17 Agosto 2012 00:20 0Likes
    by Alex

    Ritengo non corretta la decisione della commissione disciplinare, il regolamento e’ unico cosi’ come la casistica a riferimento per l’applicazione delle squalifiche; indipendentemente dalle parti in causa se un giocatore merita per il comportamento o il gesto x giornate come da regolamento di riferimento queste devono essere applicate.

  • Posted 17 Agosto 2012 10:50 0Likes
    by Bruno Tavosanis

    Premesso che 4 turni di squalifica sono una punizione pesantissima (qualcuno presente alla partita sostiene sia anche esagerata, ma non c’ero e quindi non giudico), in effetti anche io sono rimasto perplesso per quanto riportato sul Comunicato. E allora a questo punto mi viene in mente Marco Nettis del Real, squalificato per 3 giornate in Coppa Carnia perdendo così semifinali, finale e prima partita della prossima edizione. Seguendo il criterio utilizzato nella vicenda Gonano, Nettis avrebbe dovuto prendersi non più di una giornata visto che al massimo in Coppa si giocano 7 partite. In proporzione è come una squalifica di 11-12 turni in campionato. Quindi è auspicabile che si faccia chiarezza sulla materia, perché altrimenti temo pioveranno proteste e ricorsi.

  • Posted 17 Agosto 2012 11:34 0Likes
    by diego

    vorrei porre una domanda visto che si sta parlando dell argomento squalifiche: vi sembra giusto che Michele Canini (Juniores Real IC), per aver insultato l’arbitro (“mauc” e “stupit” sono gli insulti in questione) aggiungendo un paio di bestemmie, abbia dovuto scontare 4 turni di squalifica mentre Jean Claude Bedì della Pontebbana, durante la partita Real-Pontebbana a Cercivento, in un momento di confusione della partita, mentre il gioco era fermo, ha cominciato a insultare pesantemente alcuni avversari, cercando di far reagire uno di questi e sferrando un pugno senza alcun motivo a un altro avversario (a fine partita alla domanda “perchè mi hai tirato un pugno” ha risposto “perchè volevo tirarti un pugno, s*****o) , ha dovuto scontare solo 3 giornate di stop?… sicuramente non centra con quello che si è detto prima, ma ho colto la palla al balzo per sollevare la questione che non mi sembra affatto giusta, dal momento che ritengo più grave mettere le mani addosso senza motivo a qualcuno, dopo aver insultato i suoi compagni di squadra, piuttosto che insultare l’arbitro bestemmiando (che tra l altro si sa nel carnico è un brutto vizio che pochi evitano la bestemmia)

  • Posted 17 Agosto 2012 11:38 0Likes
    by Rockel Cjargnel

    Sapete qual’è il vero problema??? E che vengono mandati molti arbitri non appartenenti alla sezione tolmezzina e quindi che non hanno un bricciolo di conoscenza su tutto il movimento. E poi questi dato che hanno il coltello dalla parte del manico infilzano tutti come i giustizieri della legge…. Se gli arbitri avessero molta molta umiltà e buon senso ora non saremmo qui a commentare questa decisione!!! Ricordatevi che il giudice sportivo tiene conto solo del referto dell’arbitro purtroppo sia in bene che in mala fede…

  • Posted 17 Agosto 2012 12:30 0Likes
    by sandro monai

    giusto per chiarezza tengo a sottolineare che non conosco e non mi interessa giudicare i fatti accaduti , facevo solo riferimento a un giudizio che secondo me crea dei presupposti pericolosi .
    La chiarezza e sicurezza della “pena” deve essere imprescindidibile , la discrezionabilita’ della decisione puo’ creare solo confusione e sospetti , esempio tutto quello che sta accadendo proprio in questi giorni nel calcio professionistico …

  • Posted 17 Agosto 2012 14:25 0Likes
    by tiz

    Caro Diego io ero della partita, e posso solamente dire che durante l’alterco con Bedi sono volate parole grosse e spintoni da AMBO LE PARTI, e durante queste situazioni ero abituato a vedere l’arbitro espellere/ammonire entrambi i contendenti, purtroppo solamente la Pontebbana è rimasta in 9 con squalifiche pesanti per Marcon (2 giornate) e Bedi (3 giornate).
    Non dimentichiamo invece il fallo da ultimo uomo di Boschetti su Marcon lanciato a rete sanzionato con un semplice giallo, oppure l’entrata che un vs centrocampista ha fatto su Azzola a doppi piedi pari (in cui l’arbitro non ha ravveduto neanche gli estremi del fallo) che ha poi provocato il fallaccio d’impulso e l’espulsione di Marcon.
    Qundi impariamo ad essere lievemente obiettivi, e non insistiamo con la pessima abitudine ai piagnistei; a noi quella partita ci è costata l’assenza di due dei tre attaccanti a disposizione (e successivi due pareggi) mentre a voi la squalifica di una giornata a Boschetti per doppia ammonizione.
    Senz’altro Bedi ha sbagliato, ma nella rissa generale finale dovevano uscirne almeno due per parte.

  • Posted 17 Agosto 2012 16:22 0Likes
    by Loris Missana

    Scusate l’introsione.
    Ma l’origine del dibattito, e se rileggiamo attentamente il contenuto dell’articolo di Di Centa, nasce da una decisione “giustamente” unilaterale presa dal giudice, non quanto dal referto arbitrale, e che, regolamento alla mano, ha inteso “punire” Gonano in una maniera piuttosto che in un’altra.
    Da quando è mondo certe decisioni (quasi tutte) vengono prese da un giudice che, suo malgrado, a volte può assumersi decisioni popolari (ovvero di gradimento popolare) quanto impopolari.
    Questa è la legge, punto e basta.
    La consultazione referendaria non può essere indetta ogni qual volta bisogna assumere decisioni di valenze di più o meno importanti.
    Poi è chiaro che ognuno ha il diritto di dire la sua, come il difendersi e proporre le proprie osservazioni e controdeduzioni.
    Quanto successo nel “caso Gonano”, comunque, potrebbe manifestarsi, in futuro, in un pericoloso “precedente”.
    Maman

  • Posted 17 Agosto 2012 16:35 0Likes
    by Luca

    Tiz, non ti sorprendere, al Real sono famosi per lamentarsi sempre e non si accorgono di come gli arbitri si comportano con loro. Il tuo commento è perfetto

  • Posted 17 Agosto 2012 19:03 0Likes
    by Daniele Kravanja

    Polemiche.. polemiche. E’ inutile fare tanto baccano. Le decisioni prese (condivisibili o meno) sono quelle. Punto. Le accettiamo ?… Se si, va bene. Altrimenti ognuno è libero di proporre la propria candidatura alla carica di Giudice Sportivo.

  • Posted 18 Agosto 2012 08:07 0Likes
    by Stefano Biasizzo (allenatore Pontebbana)

    Visto che si parla di squalifiche e interpretazioni delle stesse approfitto per portare a conoscenza di certi episodi (per fortuna non succede tutte le domeniche, ma comunque con una certa frequenza…) che mi lasciano molta delusione e tristezza:sono stanco di sentire tutte le offese gratuite e pesanti sul colore della pelle di Jean Bedi da parte dei giocatori in campo e dagli spalti.. mi sforzo di capire i tifosi, ma di certo non li giustifico, ma non i giocatori e le panchine dal momento che sono uomini di sport! Diverse volte l’ho fatto presente all’arbitro di turno ma ho sempre trovato un muro sordo davanti… anche quando è successo dinnanzi a lui – e non poteva non sentire – con il risultato che mi sono preso tre giornate di squalifica.. giuste, visto le mie vivaci proteste (comunque non volgari o offensive) ma per una causa che trovo giusta nello sport = RISPETTO e FAIRPLAY. Mi riesce difficile credere a quegli applausi che ricevi quando metti la palla fuori per piccoli infortuni – che io chiamo infortunio tattico e non fisico – se poi gli stessi che applaudono se ne escono con offese irripetibili verso il colore di Bedi. Mi piacrebbe che tutti ci dessimo una calmata per riflettere su queste cose… …gli arbitri dovrebbero essere intolleranti di fronte ad episodi del genere… le società più vigili sugli spalti perchè non sono ammissibili i cori dalle tribune.. e nessuno interviene. Senza nessuna polemica ma solo per cercare di crescere tutti – e magari assieme – visto che io nel Carnico vorrei restarci ancora.

  • Posted 18 Agosto 2012 22:27 0Likes
    by Maurizio Mesaglio

    Cerco di rispondere a Diego(post n.3). Sottolineo che la mia è solo una spiegazione che non vuole dire giusto o sbagliato. Normalmente qualunque atto rivolto agli ufficiali di gara ha un peso maggiore in termini sanzionatori, perché in quel momento la persona rappresenta l’intero movimento federale ed è come insultare un’autorità. In più, costantemente, tutti i Giudici della FIGC sono più duri con i giocatori delle squadre giovanili e juniores, quando gli atti sono di mancanza di rispetto, insulto o, peggio, violenti sia verso avversari, dirigenti o arbitri. In pratica vogliono far capire subito che quanto commesso è sbagliato.

  • Posted 18 Agosto 2012 22:48 0Likes
    by Maurizio Mesaglio

    Sono andato a leggermi la decisione della CGT. Cercherò di essere conciso ed anche qui non entro nel merito ma cerco di contribuire a far chiarezza. Il Giudice d’Appello precisa innanzitutto che gli estremi per aggravare la squalifica sono al limite e non assoluti. Corretta è anche la parte in cui non entra nel merito della decisione arbitrale, in quanto non di sua competenza. Il proporzionare la sanzione al campionato Carnico va letta sotto più aspetti. Prima di tutto l’aggravamento della sanzione, ove la società avesse voluto ricorrere ancora, avrebbe fatto lievitare a tempi incompatibili con questo tipo di campionato i tempi d’attesa, poi ha lanciato un messaggio, chiarendo che quanto avviene a ” mente fredda” ha una gravità maggiore e, in fondo, lancia un avvertimento… Infine che una giocatore e la sua squadra siano penalizzati in funzione anche delle gare in calendario, purché il criterio sia mantenuto, è un’innovazione interessante anche perché, sostanzialmente, poichè la sanzioni sta nei limiti delle regole, ritiene che il Giudice di Tolmezzo, conoscendo meglio il tutto, abbia agito per il meglio.

  • Posted 19 Agosto 2012 15:39 0Likes
    by mappadario

    Seguo da sempre questo sito e naturalmente da molti anni il “carnico”. Mi permetto d’intervenire per plaudire alla decisione della Commissione per il provvedimento adottato: altro che pericoloso precedente, questa è lungimiranza! Non vorrei dilungarmi con ovvie argomentazioni ma invito tutti a ragionare senza guardare il proprio orticello e considerare che quantomeno il provvedimento esplicita in modo chiaro la peculiarità del “campionato della montagna”. In questi tempi dove tutto viene maledettamente omologato a regole cosiddette “globali”, sentire parlare di “particolarità” dovrebbe inorgogliosire chi frequenta le contrade di questo nostro piccolo angolo di mondo. (Eventuali riferimenti alla cancellazione del tribunale di Tolmezzo non sono casuali).

  • Posted 20 Agosto 2012 12:29 0Likes
    by sandro monai

    sarebbe stato meglio “esplicitare in modo chiaro” prima dell’inizio del campionato … o almeno prima di avere un ricorso …

  • Posted 21 Agosto 2012 19:52 0Likes
    by diego

    voglio rispondere sia a Tiz sia all’allenatore della pontebbana. Innanzi tutto io il pugno l’ho preso da Bedi e nessuno meglio di me sa cosa si sono detti Lui e l’avversario al momento della “baruffa”. Tuttavia nessuno sottolinea che bedi durante l’ intero corso della partita ha provocato gli avversari i quali, non nego, hanno rispostp per le rime. C’è da dire però che Bedì prima dell’inizio della partita se ne è uscito con una frase: “Carnici di Merda” (non vedo il perchè di tale affermazione). Al momento del pugno subito io volutamente ho evitato di rivolgermi a Bedi sottolineando il colore della sua pelle dal momento che questo ragazzo approfitta di ciò: infatti se Bedi insulta un avversario, anche con parole pesanti, la cosa è considerata normale; dal momento in cui l’avversario risponde per le rime allora Bedi si difende dando ESPLICITAMENTE del razzista a chi gli dice qualcosa. Io personalmente non lo conosco Bedì e può darsi che sia la persona più disponibile di sto mondo, ma non ritengo giusto che approfitti del fatto di essere “di colore” per atteggiarsi in modo arrogante verso gli altri e permettersi di dire quello che vuole agli avversari ( questo non lo penso solo io, ma molti giocatori del carnico e perfino diversi suoi compagni di squadra dell’ illeggiana).

  • Posted 21 Agosto 2012 22:32 0Likes
    by tiz

    Ti vorrei comunque fare provare ciò che prova Bedi caro Diego, perchè non è soltanto la vs squadra provvista di quell’eleganza tale da insultarlo per il suo colore. Ti piacerebbe che in ogni campo il pubblico (nel vs caso anche i giocatori…..ma si può raggiungere tale bassezza????) abbia il permesso di darti del “carnico di merda” o meglio del “bianco di merda”?
    Come può scendere in campo un ragazzo buono e sensibile come lui sentendosi apostrofare in tal maniera dai soliti gruppetti di ignoranti (per dire poco)?
    Da dirigente spesso gli chiedo di abbandonare il campo non appena sente qualcosa del genere.
    Comunque, per la cronaca, non hai risposto al mio quesito…. spiegami perchè noi siamo rimasti in nove e voi in 11 durante quel parapiglia….Non credo tu abbia la risposta….io sì e da anni.

  • Posted 21 Agosto 2012 23:05 0Likes
    by Stefano Biasizzo

    Buonasera Diego. Io non ho mai parlato di torti o ragioni, tutti sbagliamo. L’importante a mio avviso – e questo era il messaggio del mio post – è riflettere su una cosa: sono convinto che l’atteggiamento che teniamo sia la conseguenza non il problema; sarebbe molto più utile capirne la causa per migliorarsi, nessuno escluso e di qualsiasi colore sia. Mandi

Comments are closed.

Subtitle

Per la tua pubblicità

Some description text for this item

Subtitle

TECHNICAL PARTNER

Some description text for this item

Ufficio PubblicitàRadio Studio Nord e-mail: spot@rsn.itT +39 0433 40690
Redazione Radio Studio Nord e-mail: redazione@carnico.it
Link Utili FIGC Tolmezzo
Precedenti Stagioni 201920182017 Altre edizioni