I FATTI DELLA GIORNATA

Andra Florit protagonista della giornata con il suo Lauco.
Andra Florit protagonista della giornata con il suo Lauco.

PRIMA CATEGORIA
E’ un Villa straripante e in piena salute quello che va a conquistare vittoria e primato a Trasaghis: la disinvoltura e la sicurezza dei ragazzi di Barburini assegnano alla squadra arancione un ruolo importante tra le pretendenti al titolo. Ma protagonista della giornata è anche l’Ovarese che piega il Cavazzo e dà la prima risposta importante alle tante domande che fin qui avevano accompagnato il cammino dei baincazzurri. Per il Cavazzo il secondo stop stagionale arriva su un campo difficile, d’accordo, ma dopo Villa il ko sul terreno di Chialina impone a Corti qualche riflessione sul comportamento dei suoi negli scontri diretti (anche se la stagione dei viola è assolutamente positiva, ci mancherebbe!). Un Cedarchis non bello, ma pratico e cinico nello sfruttare gli episodi a suo favore passa a Sutrio (non una grande impresa visti i precedenti dei Mobilieri in casa …) e vola al secondo posto. La squadra sutriese conferma alcuni limiti di personalità quando è costretta a “fare” la partita, ma l’equilibrio è rotto da un rigore molto, molto generoso. Ed eccoci poi alla grande sorpresa di questo inizio stagione, il Bordano. I rossi vanno ad espugnare Pontebba grazie alla doppietta (ancora!) di Lorenzo Tiepolo, gol e lacrime, per lui in questa settimana tristissima. A questo punto, anche la compagine di Pittoni potrebbe recitare un ruolo importante, soprattutto se l’alta classifica saprà essere metabolizzata nel modo giusto. Il Real ottiene una altro pari in rimonta, confermando i piccoli affanni evidenziati in Coppa con la Pontebbana: il Campagnola ottiene ad Imponzo un punto che muove la classifica e trova qualche buon motivo di soddisfazione. Bene anche il Paluzza che sta costruendosi una classifica tranquilla, mettendo in mostra la solita identità tattica sulla quale basa buona parte delle sue fortune. La vittoria dei ragazzi di Moser sprofonda la Velox, così come il netto successo della Moggese ad Illegio dà un’altra spallata alle speranze dei neroverdi (infuriati col direttore di gara) di Lodovico Iob.

SECONDA CATEGORIA
Vola l’Arta di Mauro Di Lena, allungando il passo in vetta alla cadetteria: il 3 a 1 perentorio col quale i rossoblu si sbarazzano della sempre più indecifrabile Audax è l’ennesimo segnale lanciato alla concorrenza. Ai termali risponde il Fusca che piega un coriaceo Castello al termine di una gara in bilico sino alla fine. Colpaccio del Cercivento a Forni Avoltri: Devid Morassi (tripletta per lui!) e compagni assestano un brutto colpo all’Ardita, squadra ancora alla ricerca di un assetto di gioco valido e premiante. Il successo su un campo sempre difficile come quello di Resia porta alla ribalta l’Ancora di Sandro Beorchia, uno che sta “studiando” da grande allenatore e che sta dando alla propria squadra una fisionomia importante. Bel passo avanti anche del Sappada che vince nel finale contro il San Pietro un infuocato derby, pieno di colpi di scena e di episodi. Detto che a riposare era la Folgore, rimane da sottolineare il preziosissimo successo, in ottica salvezza, del Rapid sull’Amaro, con i viola che hanno lasciato alla squadra di Max Martina l’ultimo posto in classifica.
TERZA CATEGORIA
La Delizia e Val del Lago tentano la fuga: i rispettivi successi contro Rigolato e Ravascletto sono arrivati al termine di confronti molto sofferti, che se da un lato denotano il comportamento esemplare degli sconfitti, dall’altro ci dicono che le prima due della classifica sanno vincere anche quelle partite che si complicano nel loro svolgimento, palesando carattere e spessore agonistico, doti che non devono mai mancare a chi nutre ambizioni. La mini fuga è stata resa possibile da quella che resta la sorpresona della giornata: ovvero la sconfitta del Tarvisio ad opera del Lauco, che vive il suo giorno di gloria grazie alla doppietta di Andrea Florit nel finale. Resta invece in scia l’Edera che vince il derby della Val Tagliamento conto l’Ampezzo: per i bianchi di Enemonzo il successo è importante, anche perché ottenuto contro un avversario che esce a testa alta dal confronto. Nelle due partite che completano il quadro, singolare coincidenza di risultato: vincono in trasferta (entrambe per 2 a 1, appunto) il Timaucleulis a Gemona contro la Stella Azzurra e il Malborghetto a Verzegnis.

25 Comments

  • Posted 17 Giugno 2013 08:32 0Likes
    by Sergio

    Oggi ho appositamente comprato il Messaggero Veneto per leggere l’articoletto su Edera-Ampezzo, e invece cosa mi ritrovo? l’articolo su Edera-Comeglians, giocata il 19 maggio!!!!
    Inizialmente pensavo che avessero solo scritto “Comeglians” al posto di “Ampezzo”, ma poi leggendo l’articolo mi sono accorto che l’errore era ben più grave: veniva proprio descritto il pareggio, appunto del 19 maggio, tra Edera e Comeglians, con tanto di formazioni. Ma nessuno controlla???
    Si può sorvolare su errori “veniali” (ad esempio, sempre sul Messaggero di oggi, in merito a Pontebbana-Bordano si parla delle “decisive parate di Allotta […] per conservare la preziosa vittoria [del Bordano]”. Allotta gioca forse nel Bordano? non mi sembra), ma inserire l’articolo di una gara disputata un mese fa mi sembra davvero eccessivo!!

  • Posted 17 Giugno 2013 09:58 0Likes
    by Patrik L.

    Ieri guardando il derby tra Sappada e San Pietro, combattuto come giusto che sia anche se ai punti avrebbe meritato nettamente il San Pietro, ma sappiamo che il calcio è bello anche per quello, che non sempre vince la squadra che gioca meglio, ho visto davvero l’antisportività fatta persona, Fontana del Sappada che simulando in maniera roccambolesca ha fatto espellere un giocatore del San Pietro, peraltro con mole di un terzo di Fontana per una presunta reazione mai avvenuta, caduto a terra come se lo avessero travolto con un tir, DAVVERO VERGOGNOSO……che ha permesso al Sappada di giocare tutto il secondo tempo con un uomo in + e nega al giocatore quindicenne di giocare pure la prossima partita……!!! Senza parole….Comunque sempre forza VIOLA, se andiamo in campo con questa grinta possiamo vincere con chiunque…..

  • Posted 17 Giugno 2013 12:16 0Likes
    by strazimirro

    Per la legge dei grandi numeri prima o poi Barburini riuscira’ a vincere un campionato … che sia questo l’anno buono ?

  • Posted 17 Giugno 2013 12:46 0Likes
    by bito

    Bravo andrea vai cosi e forza lauco

  • Posted 17 Giugno 2013 18:10 0Likes
    by giancarlo v.

    Faccio i complimenti a Barburini perchè, oltre ad essere caratterizzato di una grande passione per il calcio, non ha paura mai di mettersi in discussione.
    Sarei proprio felice se riuscisse a portare alla vittoria finale, se lo meritano entrambi.
    Vai Fausto…

  • Posted 17 Giugno 2013 18:19 0Likes
    by gianca

    Ringrazio gli ideatori di questo sito per la possibilità di avere tanti dati e e notizie, oltre che ad avere la possibilità di dire il proprio pensiero.
    Un suggerimento ai giocatori di Illegio. Anzichè stare a protestare sugli errori dell’arbitro e prdere tempo e fiato in inutili discussioni, prendete esempio da Ado Agostinis, il vostro n. 10.
    Ado è 10 nel gioco, ma anche nel comportamento in campo e nella vita, un esempio da seguire.
    L’ho visto protestare verso l’arbitro, in veste di capitano, sempre in modo educato.
    Nel gioco poi, oltre ad essere bravo ed altruista, non l’ho mai visto litigare con gli avversari o commettere brutti falli. Di cambiare squadra poi non gli passa neanche per la mente.
    (anche l’Illegiana ha il suo Pirlo)
    E pensare che per un fallo di gioco gli hanno rotto anche una gamba.
    Rimettiti presto Ado e riprendi in mano la squadra. Senza di te ci sentiamo orfani.

  • Posted 18 Giugno 2013 19:46 0Likes
    by luca

    Perchè ad Illegio prima si è sparato sull’allenatore, adesso si spara sugli arbitri poi a qualuno verrà in mente di guardarsi in casa propria e vedere se “per puro caso” qualcuno in casa Illegiana ha sbagliato? Ho è sempre colpa degli altri? Mandi

  • Posted 18 Giugno 2013 23:19 0Likes
    by Filippo

    Per il commento 6 devo sottolineare che Ado Agostinis, a parte una parentesi a Tolmezzo in eccellenza, mi risulta abbia sempre militato nell’illegiana mentre Pirlo é stato lanciato dal Brescia, e andato all’ inter, poi ha tradito andando al Milan e poi e andato dai nemici juventini. Ado Agostinis é un gran giocatore da carnico ed é più fedele di Pirlo che bandiera non é proprio.

  • Posted 19 Giugno 2013 08:23 0Likes
    by Andrea

    #7 – Chi non fa niente non corre il rischio di sbagliare….

    Basta critiche inutili…..

  • Posted 19 Giugno 2013 12:19 0Likes
    by Giovanni

    Non so quanti posti ci siano in palio quest’anno per la seconda ma secondo me sarà gara a tre senza rivali tra edera, la delizia e val del lago.
    Non so nemmeno qunti posti ci siano in palio quest’anno per la corsa alla prima ma questo sembra essere l’anno buono per la maturità della folgore e dell’arta; chissà se nella corsa tiene il passo anche il fusca facendo il miracolo da terza a prima in due anni.
    Per quanto riguarda la prima, con questa classifica e i risultati altisonanti delle prime squadre, è difficile esprimesrsi. Villa, cavazzo, cedarchis e ovarese sono, bene o male, allo stesso livello; tutto sta nel vedere chi sarà la prima delle 4 a cedere il passo (senza cattiveria e critiche ma il Bordano ha avuto partite fin troppo facili fin ora per poter stare tranquilla in quella posizione in classifica). Per sensazione sono portato a dire che il campionato quest’anno se lo giocano ovarese e cedarchis.
    Ma il campionato è lungo ed è inutile fare supposizioni a questo punto.
    Mandi mandi! 🙂

  • Posted 19 Giugno 2013 12:49 0Likes
    by luca

    Siccome si parla di arbitri solitamente in senso negativo, perchè non parliamo anche di quando “fanno la loro parte”? P.s.: che fine ha fatto la marinaia

  • Posted 19 Giugno 2013 23:26 0Likes
    by alex

    #11 hai visto la partita? può una squadra giocare serena se spinta dal pubblico solo a contestare?
    la moggese ha giocato tranquilla, non sono gli episodi interpretati dal pubblico in modo personale che devono condizionare il gioco. Il regolamento non è fatto per il pubblico, i giocatori non devono sentirsi in colpa se fanno di tutto per giocare (allenamento, rispetto, ecc)

  • Posted 20 Giugno 2013 13:16 0Likes
    by angelo

    # -11. Gli arbirti possono sbagliare…come un attaccante sbaglia un goal…ma non sapere il regolamento è tutta un altra cosa a casa mia….
    se il portiere prende il pallone con la mano fuori area è espulsione diretta…non lo puoi ammonire e dire “Non era occasione da gol”……le signorine la domenica è meglio k vadano a prender sole a Lignano 🙂 🙂

  • Posted 20 Giugno 2013 13:18 0Likes
    by Picco Marvis

    Sig. Giovanni, tralasciando la partita con il Cedarchis, persa con formazione largamente rimaneggiata, il Bordano ha perso al 96 con il Cavazzo, giocando in 10 uomini dal 1 minuto del secondo tempo, ha pareggiato con il Villa giocando gli ultimi 20 minuti in inferiorità numerica, ha vinto in trasferta a Paularo, Moggio, Trasaghis, e Pontebba, e ha vinto in casa con l’Illegiana. Senza cattiveria e critica nei suoi confronti, ma se non erro il Bordano ha già giocato, contro le prime tre dell’attuale classifica. Il nostro obbiettivo sig. Giovanni, e’ salvarci quanto prima, sulla nostra lavagna nello spogliato c’è scritto – 12, poi dovessimo fare meglio sarà tutto merito del Mister e dei giocatori. Quando epistolera’ di nuovo, la prego si informi così eviterà di scrivere inesattezze, poi sia chiaro, lei è libero di esprimere la sua opinione, come lo sarò io nel risponderle.
    Cordiali Saluti
    Marvis Picco ( Presidente del Bordano Calcio )

  • Posted 20 Giugno 2013 14:23 0Likes
    by massimo

    Rispondo al commento del Sig.Giovanni solo per far presente che il Bordano ha già affrontato le prime tre della classe ossia Villa Cavazzo Ceda e meno male che ha avuto partite fin troppo facili fino a questo momento, e poi voglio ricordare che in questo campionato partite facili non ci sono grazie.

  • Posted 21 Giugno 2013 07:05 0Likes
    by alex

    #11maschio o femmina non fa differenza: I falli commessi dal portiere e le sanzioni
    I falli del Portiere:
    – Il Portiere che nel parare il pallone, solleva un ginocchio o tende una gamba verso un altro calciatore a lui vicino, senza intenzione di colpirlo, dovrà essere punito per gioco pericoloso.
    – Qualora il Portiere tocchi intenzionalmente il pallone con le mani fuori della propria area di rigore, annullando un’evidente opportunità di segnare una rete, verrà punito con un calcio di punizione diretto e l’espulsione.
    – Qualora il Portiere tocchi intenzionalmente il pallone con le mani fuori della propria area di rigore, interrompendo un’azione di gioco di importante sviluppo, verrà punito con un calcio di punizione indiretto e l’ammonizione.
    http://mariniluigi.blogspot.it/2010/04/le-regole-del-portiere.html

  • Posted 21 Giugno 2013 15:00 0Likes
    by angelo

    Alex…la palla andava in porta…chiara occasione da goal…
    Il secondo punto k hai scritto…

  • Posted 21 Giugno 2013 18:34 0Likes
    by alex

    fuori da me fare polemiche, ma da:”se il portiere prende il pallone con la mano fuori area è espulsione diretta” abbiamo scoperto che c’è almeno un’altra possibilità; peccato che non ci siano le 10 telecamere degli opinionisti del processo o di altri talk show, la cronista era di casa e si trovava dalla parte opposta all’azione, fascia destra del campo (la palla a circa 40 metri dalla porta – tre difensori in area) assieme al nuovo allenatore.

  • Posted 21 Giugno 2013 20:04 0Likes
    by alex

    #17 Senza difensori in area il pallone forse andava in porta (CALCIO da circa quaranta metri dalla porta spostato sulla DESTRA), c’erano tre difensori della moggese al centro area la situazione in questo caso cambia, inoltre c’era ancora tanto tempo da giocare e sentirsi perseguitati non fa certo giocare meglio, anche perché le successive espulsioni hanno impedito qualsiasi recupero

  • Posted 21 Giugno 2013 20:20 0Likes
    by luca

    Caro Alex il regolamento va conosciuto: il fallo di mani Volontario va Sempre punito con un calcio di punizione diretto o di rigore, cambia il provvedimento disciplinare ovvero sia ammonizione, espulsione oppure niente. Mai e poi mai un calcio di punizione indiretto. Mandi e buon regolamento.

  • Posted 21 Giugno 2013 20:22 0Likes
    by luca

    Dimenticavo, non so chi è mariniliuigi.blogsport.it ma forse fa concorrenza con il processo di Biscardi

  • Posted 21 Giugno 2013 22:23 0Likes
    by alex

    E’ sicuramente un calcio diretto, la regola 12 pag 121 e 122 del regolamento con quanto spiegato a pag 145 146 mette in luce la casistica del gioco del calcio. Chi deve decidere non è Biscardi o lo pseudo Biscardi, o il pubblico durante la partita. una discussione pacata post partita sicuramente offre una migliore ampiezza di argomentazioni. Questo sito, la diretta sono sicuramente importanti per il calcio dovrebbero essere allargate anche ai campionati invernali. Il fair play sportivo e la lealtà sportiva favoriscono il bel gioco, l’esaltazione del corretto agonismo trasmesso da equilibrate radio croniche favorisce lo spettacolo e una partecipazione del tifoso che non deve sfogarsi e trovare giustificazione ma stimolare la propria squadra, alleno da tanti anni giovani calciatori e li preparo a essere critici soprattutto con se stessi, così penso che facciano anche gli arbitri. Un ragazzo mi ha detto: “arbitra una donna, dobbiamo essere più gentili?” Ma non è una donna è un arbitro che indipendentemente dal sesso deve essere rispettato, come devono essere rispettati gli avversari. Sarò idealista, ma uno sport più umano ci darà sicuramente più soddisfazione.

  • Posted 22 Giugno 2013 20:22 0Likes
    by angelo

    40 metri….stai skerzando???????la palla sarebbe entrata xke era alta e i difensori erano quasi in linea con il portiere….cmq ho tirato io ed ero a tre metri dal limite…

  • Posted 23 Giugno 2013 09:53 0Likes
    by alex

    Quanti metri era fuori area il portiere? A che distanza si trovava la palla dal portiere? Se il pallone ha superato in altezza il portiere la parabola quanto doveva essere alta? E la velocità del pallone poteva essere talmente forte che un giocatore non riusciva a fare dal limite dell’area circa 15 metri?
    Se eri a tre metri dal limite, il portiere a un metro, la parabola doveva essere talmente alta che mai sarebbe arrivata in porta, più uno è distante dal portiere più la parabola è tesa e veloce.
    Tutti questi calcoli in quanto tempo? Pochi centesimi di secondo, visto la distanza si presume che…
    Altro è trovarsi il portiere fuori area al centro, senza nessuno alle spalle, con la possibilità di avere tutta la porta disposizione.
    Comunque buon campionato, e un in bocca al lupo per oggi.

  • Posted 23 Giugno 2013 22:26 0Likes
    by luca

    E la tangente com’era? Ma il telelaser ha misurato la velocità? Ma la ciconferenza della palla è sempre raggio x 6.28? E se il pallone pesava di meno e in quel momento passava un aquila discesa giù dal Sernio? Facciamo i seri e facciamo che gli arbitri possano decidere e/o sbagliare come un qualsiasi altro giocatore.

Comments are closed.

Subtitle

Per la tua pubblicità

Some description text for this item

Subtitle

TECHNICAL PARTNER

Some description text for this item

Ufficio PubblicitàRadio Studio Nord e-mail: spot@rsn.itT +39 0433 40690
Redazione Radio Studio Nord e-mail: redazione@carnico.it
Link Utili FIGC Tolmezzo
Precedenti Stagioni 201920182017 Altre edizioni