CHICCHI DI CARNICO

Moro con la chioma bionda.
Moro con la chioma bionda.

Stefano Moro, in occasione del derby con il Real, ha sfoggiato un’acconciatura bionda assolutamente insospettabile: un Moro … biondo, insomma! Sul tabellino dei marcatori non ci è finito, ma un modo per farsi notare l’ha trovato lo stesso.

Anche Graziano Morassi l’ha trovato il modo di farsi notare: per lui, cedarchino, la sfida coi giallorossi ha sempre un sapore particolare e pagherebbe di tasca sua per siglare il gol decisivo. Stavolta l’ha fatto gratis, solo che ha infilato la sua porta. E vista la scarsa mira di Granzotti e Moro, nella circostanza si è rivelato il più preciso degli attaccanti … cedarchini!

Straordinario il post di Simone Gonano sul suo profilo Facebook: “Luca De Giudici è un grande portiere! E’ vent’anni che lo dimostra in campo. Tanto onore per un grande portiere e un amico! E’ sempre un piacere vedere in campo giocatori così!”. Beh, cosa dire? Simone ha dimostrato che la classe non è acqua, sia in campo che fuori: chapeau!

L’esordio in prima squadra per il giovanissimo Somma, classe 1997, poteva essere ricordato per la promozione dell’Arta. Così non è stato perché il giovanissimo portiere non è riuscito ad evitare la sconfitta ai suoi, pur non avendo colpe specifiche, sia ben chiaro. Ettore Pittini (presidente dell’Arta, ma primo storico portiere dei rossoblu) lo ha seguito da oltre la rete di recinzione dietro la porta, mettendo in pratica il primo modello di joystick umano!

Chicchi di … posticipo, nel senso di Bordano – Pontebbana, giocata mercoledì scorso e terminata con la vittoria (importantissima) dei biancazzurri. Il gol decisivo è stato realizzato da Gollino, è vero, ma il merito della segnatura è quasi tutto di un certo Marco Fabris. Al momento della lettura delle formazioni, in molti hanno pensato “Toh, si chiama proprio come il Fabris …”. No. È il Marco Fabris giocatore (e che giocatore!) storico della Pontebbana che a 51 anni ha vissuto una partita da protagonista assoluto. Con la forte probabilità di viverne altre visti i problemi di organico della squadra di Del Bianco!…

Mobileri – Cavazzo è stata la sfida più giocata della settimana: si è iniziato sabato con gli “Esordienti”, si è proseguito domenica mattina con la partita dei “Giovanissimi” a fare da prologo alla sfida tra le prime squadre in programma nel pomeriggio. Il tormentone si concluderà mercoledì con il campionato “Pulcini”. Una calendario da copia e incolla, insomma …

“Calcio Saponato”, “Calcio in gabbia”, “Scapoli – Ammogliati”: l’estate pullula di iniziative del genere e la cosa non va molto a genio agli allenatori che hanno paura di dover rinunciare ai loro giocatori che potrebbero incorrere in infortuni imprevisti. Quest’anno però a mietere vittime sono state le due ruote: ha iniziato Diego Bressan del Bordano, caduto rovinosamente dalla bici, ha proseguito Josef Gloder, in motorino, e da ultimo è toccato a Maurizio Vidali, anche lui volando dallo scooter: traumi … carnici, insomma, ma il pallone non c’entra!

12 Comments

  • Posted 9 Settembre 2013 18:57 0Likes
    by Daniele Kravanja

    Prendo spunto da quanto scritto da Max Di Centa su Bordano – Pontebbana, per ribadire il mio pensiero a proposito della cervellotica regola che impone il cosiddetto “fuori quota” nel Carnico. Regola che secondo me va eliminata senza pensarci su troppo. Se la Pontebbana va in campo con 12 giocatori contati (2 dei quali come somma di età fanno 100…. Faleschini e Fabris) non lo fa per non far giocare i giovani. Il problema è che i giovani non ci sono. E la Pontebbana, come il Tarvisio, ha un settore giovanile dal quale teoricamente potrebbe attingere senza problemi. Ma se i giovani, che dovrebbero dare seguito alla crescita della squadra, si “imboscano” per i più svariati motivi, ecco che tutto va in quel posto…. Triste, triste… E comunque un bel “vaff..” al campionato amatori che, anno dopo anno, sta distruggendo il Carnico.

  • Posted 9 Settembre 2013 22:36 0Likes
    by giacomino dario

    Caro presidente, devo risponderti, ti stai sbagliando su ki stà distruggendo il “carnico” non è colpa degli amatori, ma della burocrazia ke come in tutte le cose italiane incasina le cose!! Io la penso come te sui fuori quota (non serve obbligare una squadra a schierare uno,due o anke tre ragazzini) se uno è forte,gioca sempre, Maldini (uno a caso) a sedici anni giocava in serie A e senza nn obbligo!!! Gli amatori devono servirti in caso di necessità, c’è gente ke gioca anke 3 partite a settimana, e magari ha un’età “pensionistica”,lo fà x passione e xke ci tiene alla propria squadra, tanti ragazzini vanno con gli amatori xke non hanno spirito di sacrificio, ma alla fine giocano poco o niente anke lì…il posto devi meritartelo. Invece di mandare a …..il mondo degli amatori, forse bisognerebbe guardare attentamente e capire xke funziona meglio del blasonato Carnico! Ti sei chiesto xke da una parte il movimento aumenta ogni anno e dall’altra cala… Senza rancore, la prox volta ke ci vediamo ti pago una birra 😉

  • Posted 10 Settembre 2013 07:34 0Likes
    by paolo

    Due veloci cose:
    1. chiediamoci perchè il carnico amatori (e durante l’inverno crescono le formazioni per la LCFC anche in alto friuli specie nel calcio a 5…si potrebbe fare addirittura un carnicoi invernale!!!) progredisce e quello FIGC regredisce? per le regole imposte? per i costi eccessivi? per il livello? per le assurdità normative di squalifiche di campi e incomprensioni forti con il mondo arbitrale? Rispondere a questa domanda consente anche di capire quale strada percorrere…

    2. propongo per la questione Fantacarnico una soluzione salomonica…non potendo dare i singoli voti in tutte le partite per ovvi motivi si potrebbe attribuire al giocatore la prestazione della squadra: se vinci 6,5 (con 3 gol di scarto voto 7), pareggio voto 6, sconfitta 5 (con 3 gol di scarto voto 4). A questo voto base si aggiungono i gol e le reti subite per il portiere. Per la questione come gestirlo lascio fare ai tecnici.

  • Posted 10 Settembre 2013 23:18 0Likes
    by Lodo

    Giacomino che dirti ragionamento perfetto e preciso , grande come sempre ,a presto ,mandi . post 3/1 condivido ,

  • Posted 11 Settembre 2013 09:36 0Likes
    by Daniele Piller

    Giacomino for president!!!! 😀 condivido in toto il tuo ragionamento 🙂

  • Posted 11 Settembre 2013 12:43 0Likes
    by Picco Claudio

    Condivido il pensiero che la regola dei fuoriquota vada eliminata, il campo deve essere l unico giudice di chi si merita il posto e di chi no, non certo una legge, anche se capisco che chi la proposta sia stato mosso dalle migliori intenzioni, ma credo che per i giovani che entrano a far parte della prima squadra non sia molto educativo trovarsi avvantaggiati da una legge e non dal impegno sul campo ed in allenamento.
    Nell’ attesa che venga calata la nuova normativa sui fuoriquota, per il prossimo anno ,dalla Federazione , lancio una proposta(anzi due) ai giornalisti del Carnico per poter avere un più ampia panormica sulla questione.
    Prima – una statistica sugli ex fuoriquota, sono ancora titolari? hanno calato categoria? giocano
    ancora?
    Seconda – il fuoriquota visto dal fuoriquota, cosa ne pensano loro di questa norma?

  • Posted 11 Settembre 2013 14:22 0Likes
    by cristy

    condivido con Picco post 6..chiunque in particolare il Fuoriquota deve guadagnarsi il posto in campo…come tutti…troppo facile trovarsi il posticino..io invece proporrei al sito una cosa..ci sono vari post e vari argomenti inseriti..mentre leggo un post qualsiasi… mi piace quello che leggo e gli metto l’OK..quindi propongo il giudizzio di vari post con ok e non ok..fatibile???mandi

  • Posted 11 Settembre 2013 17:29 0Likes
    by Carlo Di Lena

    Io seguo i Mobilieri, quindi le altre situazione non le conosco, e posso confermare che spesso vedo in campo 2 o 3 fuori quota. Anche in coppa, sebbene non ci sia l’obbligo, i ragazzi vengono schierati sistematicamente mentre mi risulta che non tutti lo facciano…Ora, la squadra di Sutrio, ha un organico tra i più giovani dell’intero campionato e questo credo sia dovuto ANCHE dalla regola tanto discussa. Sono comunque convinto che le Società che lavorano con il settore giovanile siano le uniche che non si pongono questo problema!!!

  • Posted 11 Settembre 2013 17:34 0Likes
    by paolo

    anche io chiedo se fosse possibile strutturare meglio la discussione anche perchè a volte si perdono i post nelle varie discussione e gira e rigira i temi caldi sono sempre quelli con notizie che andrebbero messe in prima piano mentre così sono spalmate e a volte inserite in articoli con le quali non c’e riferimento (tipo questo articolo di commento alla giornata)…vedete voi se istituire una vera e propria sezione FORUM
    Nelle varie interviste proposte anch’io vorrei sentire qualcuno che invece ha fatto il salto verso la LCFC e capire le motivazioni

  • Posted 11 Settembre 2013 23:41 0Likes
    by lodo

    post. 8 e credo ben che le societa che fanno settore giovanile non si lamentino della assurda regola fuoriquota , non dirmi che non ce un gran bel tornaconto o mi sbaglio come mi succede spesso .

  • Posted 13 Settembre 2013 08:22 0Likes
    by Thomas

    Ci sono paesi, caro post 8, che fanno fatica a fare la squadra per cui é impossibile riuscire ad avere pure un settore giovanile… sutrio, come altre societa, ha un buon settore giovanile e faccio i miei complimenti per il lavoro che svolgono peró mi spieghi come a raveo, lauco, resia, malborghetto, priuso, amaro, ecc si trovano 20 ragazzi per una squadra juniores??

  • Posted 13 Settembre 2013 18:31 0Likes
    by alex I

    Fuori quota anche in eccellenza e in altri campionati, obbligo di avere il settore giovanile regionale per le squadre di eccellenza e promozioni, perché? Si cercano strategie per facilitare il ricambio generazionale. In serie A ci sono tanti stranieri che non riusciamo nemmeno a ricoprire tutti i ruoli della Nazionale. Avere un settore giovanile non deve servire solo come serbatoio per la prima squadra, ma è utile socialmente, permette ai giovani di stare insieme e quant’altro. Fermare la discussione ai fuori quota si fuori quota no è troppo semplicistico, come mettere in rivalità due campionati, quale dei due è il migliore? Hanno entrambi una valenza diversa e possono essere complementari e integrarsi anche con il calcio a 5. Praticare uno sport, e per praticare intendo fare allenamenti, rispettare i valori del fair play, fa sempre bene, cercare rivalità e ritenere solo la propria scelta quella giusta porta fuori strada.

Comments are closed.

Subtitle

Per la tua pubblicità

Some description text for this item

Subtitle

TECHNICAL PARTNER

Some description text for this item

Ufficio PubblicitàRadio Studio Nord e-mail: spot@rsn.itT +39 0433 40690
Redazione Radio Studio Nord e-mail: redazione@carnico.it
Link Utili FIGC Tolmezzo
Precedenti Stagioni 201920182017 Altre edizioni