A TUTTO CARNICO, I CAMPI COLLEGATI DOMENICA 27

Domenica 27 luglio dalle ore 17 quindicesima puntata stagionale per “A Tutto Carnico“, la trasmissione di Radio Studio Nord ideata da Renato Damiani, che conduce in studio con Luigi Ongaro.
Questi i campi collegati e gli inviati:

CAVAZZO-OVARESE  Bruno Tavosanis
MOBILIERI-CEDARCHIS  Massimo Di Centa
VILLA-MOGGESE  David Zanirato
REAL I.C.-PALUZZA  Arrigo Lunazzi
ARTA TERME-BORDANO  Leopoldo Zuliani
CAMPAGNOLA-LA DELIZIA  Andrea Calestani
RAPID-IL CASTELLO  Domenico Stoia
VAL RESIA-AUDAX  Eligio Nassivera
ILLEGIANA-SAPPADA  Rosella Iob

Aggiornamenti in tempo reale sulle altre partite non collegate a cura di Adriano Dario.

Dalle 19.30 circa “Fischio Finale“, con il riepilogo della giornata, e “Al volo”, con le voci dei protagonisti.

Alle 20 e 20.20 e 20.40 ancora il quadro della situazione in “Novantunesimo Minuto“.

Ricordiamo che “A Tutto Carnico” si può ascoltare in diretta streaming su questo sito oppure su www.rsn.it.

7 Comments

  • Posted 27 Luglio 2014 22:45 0Likes
    by Domenico

    Vorrei capire quanti altri, oltre a me, sono convinti che la maggior parte degli arbitri è gente frustata che gode quando può espellere un giocatore che magari ha sbagliato per averlo lui stesso portato all’ esasperazione.

  • Posted 27 Luglio 2014 23:17 0Likes
    by alex

    E’ difficile trattenersi quando vengono pubblicate affermazioni che mettono alla berlina persone che dedicano il loro tempo con impegno, dedizione, e che possono talvolta commettere degli errori perché non sono infallibili. Partire affermando che chi deve far rispettare il regolamento non è in grado di esercitare il suo compito, presuppone la chiusura di tutti i campionati.
    Facciamo autocritica, e se ci riteniamo perfetti, beh!!! a questo punto facciamo tutto da soli.
    Buon Carnico

  • Posted 27 Luglio 2014 23:20 0Likes
    by Massimo Di Centa

    Ho pubblicato il commento di Domenico proprio per dar modo ad ognuno di espriemere la propria opinione. La risposta di Alex mi sembra molto giusta e credo che rispecchi la maniera giusta di “pensare” il calico. Io non so a cosa si riferisce Domenico, ma credo che un arbitro possa sbaglaire proprio come un portire o un attaccante, tutto qua.

  • Posted 28 Luglio 2014 00:23 0Likes
    by Domenico

    “Gentilissima redazione, abbi il coraggio…non censurare.Sono d’ accordo sul loro gravoso impegno così come sono d’ accordo che è lecito sbagliare. E’ lecito, durante il gioco vedere o non vedere un fallo, non è lecito vederlo a palla ferma. Non si può espellere un giocatore, compromettendo il gioco al resto della squadra solo perché, in crisi di nervi e magari in seguito di un lecito errore, ha bestemmiato. Un buon arbitro, deve fare un po’ il sordo e non, magari come nella fattispecie, farsi ripetere per avere un valido motivo a prendersi la soddisfazione di cacciarlo. Mi dispiace pensarla così ma sono convinto che tanti arbitri sentono anche il non detto.

  • Posted 28 Luglio 2014 18:28 0Likes
    by Maurizio Mesaglio

    Premesso che non avendo assistito ai fatti, non voglio entrare nel merito della decisione, posso dire, per la mia esperienza, che:

    1) ” Un buon arbitro deve fare un po’ il sordo” è una frase che si sente spesso, ma solo in Italia. FIFA ed UEFA e Federazioni Estere sono assolutamente intransigenti sulle regole e non ammettono ” sordi”. E,’ peraltro, evidente che, se un giocatore fa un errore grossolano o prende una botta, e gli scappa la mezza bestemmia, posso garantire che nemmeno si volta ( a me capita, a volte di rispondere ” Amen” ed il giocatore capisce di stare attento) Diverso è il giocatore che bestemmia in faccia all’arbitro per ” protestare”.

    2) Se l’arbitro ha preso o meno una decisione, è ovvio che è convinto di aver visto giusto, quindi non giustificherà mai la reazione, ne deve essere mai giustificata una reazione con bestemmie insulti ecc. Nemmeno l’errore più assurdo può giustificarla.

    3) A volte può succedere che l’arbitro non sia perfettamente sereno, per tantissimi motivi, a volte anche importanti, di famiglia, di lavoro ecc. ma quando chiama per farsi sostituire, non esiste, per esempio, questa possibilità Questo perché, ogni gara, ha un suo valore e in quella gara, deve andarci un arbitro di pari valore. All’interno dei settori arbitrali di tutti gli sport, ci sono fasce di utilizzo, a seconda della bravura dell’arbitro, e se la gara è, per esempio, fascia 1, l’arbitro deve essere fascia 1.

    Il mio intervento vuole solo chiarire, comunque, quello che passa nella mente di un arbitro ….

  • Posted 28 Luglio 2014 18:48 0Likes
    by Michele

    Domenico…purtroppo fa parte del gioco…buoni arbitri nel carnico ne trovi pochi perchè kmq sono equiparati al livello calcistico del carnico…..sono d accordo con te che è molto dura assistere a ingiustizie arbitrali clamorose che ti portano magari a perdere punti fondamentali per la salvezza o per la promozione….ma non puoi farci nulla!Per esempio io ho perso un dente colpa di un fallo dell avversario visto anke dalla luna ma l arbitro ha dato fallo contro….e potrei raccontartene molte altre ma purtroppo la verità è che senza di loro il carnico forse nn esisterebbe!……quello che invece mi lascia perplesso è uscire da una partita arbitrata male da entrambe le parti e poi leggere sul giornale: ottimo arbitraggio …o viceversa uscire da partite arbitrate molto bene da entrambe le parti e poi leggere: discutibile l arbitraggio….così invece non li aiutiamo!!….ciao

  • Posted 29 Luglio 2014 21:33 0Likes
    by Domenico

    Grazie redazione, grazie a tutti gli intervenuti. Da parte mia spero di essermi sbagliato, me lo auguro. Cordialissimi saluti a voi e a chi ci ha letto.

Comments are closed.

Subtitle

Per la tua pubblicità

Some description text for this item

Subtitle

TECHNICAL PARTNER

Some description text for this item

Ufficio PubblicitàRadio Studio Nord e-mail: spot@rsn.itT +39 0433 40690
Redazione Radio Studio Nord e-mail: redazione@carnico.it
Link Utili FIGC Tolmezzo
Precedenti Stagioni 201920182017 Altre edizioni