L’OVARESE CAMPIONE JUNIORES

Daniel Pochero regala il torneo all'Ovarese.

Quando Paolo Gonano, capitano dell’Ovarese, alza verso il cielo azzurro di Timau la Coppa del torneo juniores 2011 si compie un atto di giustizia: perché se è vero che il Cavazzo, tutto sommato, ha giocato meglio questa finale è vero, soprattutto, che l’Ovarese ha dominato la stagione, concludendo la fase a girone all’italiana largamente in testa. Può capitare che quando hai addosso il peso del pronostico magari non riesci ad esprimerti, perché ti assale la paura di bruciare in 90’ quanto di bello hai costruito durante tutta una stagione. Il Cavazzo se l’è giocata, nonostante un paio di assenze importanti ed alla fine esce a testa alta. E’ stata una finale strana, con squadre quasi “ingessate”, paurose di scoprirsi e più i minuti passavano e più la soluzione dei calci di rigore sembrava ineluttabile. Poi, una conclusione di Daniel Pochero (gioiellino del Rigolato in prestito all’Ovarese) ha portato la Coppa in Val di Gorto. I viola avevano giocato benino nella prima frazione, sfiorando il gol con Sferragatta e Mazzolini. Rainis aveva annientato Manuel Gonano, mentre il Cavazzo aveva predisposto una marcatura ad uomo su “Fede” De Antoni che ha sofferto molto le cure di Comelli.
Mosse tattiche, insomma, che imbalsamavano la contesa. Nell’Ovarese brillava il capitano Paolo Gonano cuore e polmoni portati per il campo insieme alla fascia rossa sul braccio. Il capitano aveva capito che la giornata era difficile ed allora si è messo a giocare semplice, quasi ad indicare la strada ai compagni. L’altro capitano, Sferragatta, sbagliava poco e niente, lineare, preciso, tempestivo e con un calcio bello da vedere per potenza e coordinazione. Generosi i ragazzi del Cavazzo: già al momento di scendere in campo lo avevano fatto intendere indossando un t shirt che invitava a donare sangue. Generoso si era dimostrato anche Mazzolini: è capitata a lui la palla gol più nitida dopo una ventina di minuti, ma l’ha mancata ad un paio di metri dalla porta. Quel gol, magari, avrebbe potuto cambiare il corso del match, ma non è andata così e a Mazzolini resterà un piccolo rimorso anche se poi ha giocato una partita più che dignitosa. Il pomeriggio timavese, però, va ricordato anche per Alessandro Di Qual: quest’anno il buon “Ale” ha vinto due campionati: “Juniores” e “Giovanissimi”. Mica male, anche in considerazione del fatto che su oltre 40 partite disputate ha perso 3 volte e pareggiato altrettante. Allenare due squadre non deve essere semplice, ma se lo fai bene (e Alessandro lo fa benissimo!) può dare continuità ad un gruppo di ragazzi, assicurando i ricambi giusti quando gli juniores raggiungono i limiti di età e subentrano i giovanissimi. L’Ovarese, insomma, sta facendo qualcosa di importante e se le promesse diventeranno certezze, beh, allora nei prossimi anni in “Spin di Chialina” se ne vedranno delle belle! Questa finale, però, ha sollevato anche qualche polemica: perché di sabato? In effetti, giocare un giorno prima del Carnico è una scelta audace, perché molti dei ragazzi in campo a Timau giocano anche in prima squadra. Però non è che ci fossero tante altre soluzioni. Di giovedì sera non si poteva giocare, perché a Timau non ci sono i riflettori. “Non si poteva giocare a Paluzza, territorio comunale?” ha detto qualcuno. E perché mai? Il torneo era dedicato a Lorenzo Matiz ed era giusto giocare la finale sul campo di Lorenzo. A Timau ci tenevano ed avevano organizzato le cose davvero perbene, con la semplicità e l’efficienza della gente di lassù. Gente schietta e generosa che Lorenzo incarnava alla perfezione. E mentre Massimo Mentil lo ricordava, gli occhi non si sono inumiditi solo alla moglie Daniela ed ai figli Marvin ed Eleonora, ma a tutti quelli che Lorenzo lo hanno conosciuto e a quei ragazzi che ne hanno sentito solo parlare.

12 Comments

  • Posted 25 Settembre 2011 09:17 0Likes
    by stefano

    complimenti al MISTER Di Qual x la vittoiria dell’ OVARESE JUNIORES. Giusto giocare a Timau dove LORENZO in quel campo ha dato tanto,come grande giocatore e poi come dirigente.

  • Posted 25 Settembre 2011 12:02 0Likes
    by strazimirro

    complimenti all’ovarese per la vittoria , un complimento ancora piu’ grande per il grandissimo lavoro in tutte le categorie giovanili .
    Vorrei fare una richiesta : E’ possibile avere l’albo d’oro ?

  • Posted 26 Settembre 2011 10:04 0Likes
    by Robi

    Complimenti all’Ovarese e una lode al Cavazzo! Riguardo alle polemiche sulla data della finale concordo Massimo quello che dici ma almeno si potevano evitare per quella data gli anticipi di campionato al sabato! Non sapendo chi andava in finale, si evitava cmq che alcuni giovani non potessero partecipare o alla partita di campionato o, per problemi di organico, addirittura alla finale juniores!

  • Posted 26 Settembre 2011 18:22 0Likes
    by moreno

    Mi ero promesso che non avrei più commentato il comportamento degli arbitri che vengono mandati nei rettangoli di gioco a dirigere le gare di calcio. Purtroppo devo fare uno sforzo perchè sabato ho partecipato, accompagnando mio figlio a giocare la finale del campionato juniores a Timau e devo dire che è stato “VERGOGNOSO” in campo perchè ha rovinato l’incontro di calcio con due episodi che elenco: circa a metà primo tempo il n. 10 dell’ovarese ha fatto un fallo di reazione su un avversario agli occhi dell’ arbitro senza che questi prendesse provvedimenti; dopo il gool dell’ovarese è stato annullato il pareggio del cavazzo a dire dello stesso per fuorigioco, devo precisare che vi era la terna per questa gara, ed il guardalinee non aveva alzato la bandierina. L’arbitro alla richiesta del capitano in campo e successivamente dagli accompagnatori, ha risposto che ha fischiato fuorigioco perchè non si fidava del guardalinee perchè troppo giovane. Ma voglio dire io, se prima ne ha fischiati a decine per la segnalazione del guardalinee perchè non si è fidato sul gool? Con questo non voglio nulla togliere all’ovarere squadra che ha meritato il titolo per il campionato fatto. Inoltre perchè non diamo subito il titolo a chi vince il campionato senza effettuare questa semifinali o per finire la finale? Nel campionato carnico vince chi arriva prima in classifica, perchè non farlo per tutti? Vedo che molti di questi entrano nei terreni di gioco, non per fare il loro mestiere, visto che vengono pagati con i nostri soldi, per per fare i protagonisti e questa non fa onore per la categoria.

  • Posted 26 Settembre 2011 20:46 0Likes
    by Massimo Di Centa

    Caro Moreno, ho assistito all’incontro Ovarese – Cavazzo all’interno del terreno di gioco e devo dire che su questi episodi hai ragione ma solo in parte. Mi permetto di spiegare le cose così come le ho viste, garantendo la mia imparzialità ed il fatto che quello che dico è solo una mia versione e non la verità assoluta. Le responsabilità dell’arbitro sono indotte, nel senso che a proposito degli episodi che citi le cose sono andate così: 1) il fallo di reazione di De Antoni è avvenuto in un momento in cui l’arbitro non poteva vederlo, in quanto girato dalla parte opposta. 2) Sul gol annullato per fuorigioco (che fuorigioco non era) il guardialinee ha alzato e riabbassato immediatamente la bandierina e credo che davvero in pochi l’abbiano visto. Se qualche responsabilità c’è stata, insomma, non è proprio tutta di canci che a mio modo ha arbitarto in maniera sufficiente. Diciamo così che non ha avuto un grande aiuto (anzi…) dai suoi collaboratori, peraltro giovanissimi. Io capisco benissimo che gli errori possano spesso determinare un risultato e che quando questo accade ci si possa restare malissimo. Però Moreno, dimmi la verità: se tuo figlio avesse fatto un errore madornale che fosse costato la sconfitta alla sua squadra l’avresti sottolinetao? Questo per dire che gli errori dell’arbitro ci possono stare ma sono decisivi come quelli di un portiere che sbaglia una presa o di un attaccante che si mangia un gol fatto. Sulla formula sono d’accordo con te: la vittoria va alla squadra che ha meritato per tutta la stagione e non in una singola partita, cosa che tu hai sportivamente e correttamente fatto notare.

  • Posted 26 Settembre 2011 20:58 0Likes
    by Igor Gollino

    Complimentissimi all’Ovarese per la conquista dell’ennesimo titolo!!!
    Un plauso particolare al mitico mister Di Qual…e a mio “fioc” autore del gol…grande Daniel!!!

  • Posted 27 Settembre 2011 11:00 0Likes
    by MORENO

    Carissimo Massimo,
    sono i ragazzi che sono rimasti male per l’accaduto, comunque devo fare i mie complimenti a Manuel GONANO per la sua sportività in quanto a fine partita è entrato negli spogliatoi del Cavazzo e ha fatto i complimenti a tutti. Tutti i giocatori del carnico, compresi gli allenatori e le dirigenze dovrebbero prendere esempio da questo ragazzo appena 18.
    Grazie Manuel

  • Posted 27 Settembre 2011 14:44 0Likes
    by Massimo Di Centa

    Manuel Gonano è un bravo giocatore ed un ragazzo straordinario. Sai cosa penso a volte, Moreno? Che anche negli incontri tra squadre giovanili siano quasi esclusivamente gli adulti a sollevare questioni. Che ne pensi?

  • Posted 27 Settembre 2011 20:38 0Likes
    by Daniel pochero

    Complimenti a Massimo per il bel articolo sulla finale di Timau e colgo l’occasione per ringraziare “gno santol” per il commento! Un plauso particolare alla squadra del cavazzo che è uscita a testa alta da una partita combattuta con grinta e coraggio. Ringrazio la socetà dell’ovarese, il mister Di Qual e tutti i miei compagni per avermi fatto vivere questa bellissima avventura che ha avuto un finale col botto. Un saluto a tutti da Daniel!

  • Posted 27 Settembre 2011 22:22 0Likes
    by Matteo

    Oltre a complimentarmi con le due squadre colgo l’occasione per precisare che non si parla di goal annullato quando l’arbitro fischia prima del compimento dell’azione. Il giocatore del Cavazzo ha calciato dopo il fischio dell’arbitro e quindi, a goco fermo. L’unica cosa VERGOGNOSA a cui ho assistito a Timau sono le urla di certi spettatori (tra cui tanti genitori troppo esaltati ……….) e quindi mi associo a Massimo sia per quanto riguarda l’arbitraggio di Canci (era mal assistito e tante volte ha dovuto non guardare i suoi assistenti…..) sia sul fatto che la gran parte dei “casini” sono partoriti dalla parte più matura del mondo del carnico….giusta riflessione…Per quanto riguarda Manuel, certamente giocatore di altra categoria, nonostante l’età, ragazzo splendido di saldi principi e con tutta la testardaggine e brillantezza dei “pesarins” doc…:-) un saluto

  • Posted 28 Settembre 2011 01:05 0Likes
    by Michela

    Faccio i complimenti a tutti i “giovani” ometti che sono scesi in campo di entrambe le squadre, sia per la bellissima partita che per i loro comportamenti in campo, al di là degli “insegnamenti” dell’arbitro Canci…che spero dimentichino al più presto…Un grazie alla società del Timau per questa memorabile giornata in onore di Lorenzo, persona splendida che non dimenticherò mai! Un grazie a tutti quelli del Comitato di Tolmezzo che promuove queste belle manifestazioni! Mandi

  • Posted 28 Settembre 2011 15:13 0Likes
    by Manuel Gonano

    Grazie mille per le belle parole. Fanno davvero piacere. I complimenti, i ragazzi, l’allenatore e i dirigenti del Cavazzo se li meritavano in quanto hanno disputato una grande stagione e una signora finale. Ma credo che, come è stato detto ampiamente, la Coppa sia finita alla squadra che più se la meritava, in quanto anche se non ha disputato una finale all’altezza, ha disputato una grandissima stagione. Per questo colgo l’occasione per ringraziare tutti: dai fantastici compagni al super Mister Di Qual, dal Presidente sempre presente e attento alle nostre sorti sia sportive che educative al mitico “Cedo”, dal simpaticissimo Felice a tutti i dirigenti fino alle cuoche. Il segreto di questo successo è stato senza ombra di dubbio il gruppo. Sono stati mesi di allenamenti, partite e dopo-partite davvero straordinari, non era per nulla facile ripeterci. Un saluto a tutti e davvero grazie di nuovo per le parole che mi danno un enorme soddisfazione.

Comments are closed.

Subtitle

Per la tua pubblicità

Some description text for this item

Subtitle

TECHNICAL PARTNER

Some description text for this item

Ufficio PubblicitàRadio Studio Nord e-mail: spot@rsn.itT +39 0433 40690
Redazione Radio Studio Nord e-mail: redazione@carnico.it
Link Utili FIGC Tolmezzo
Precedenti Stagioni 201920182017 Altre edizioni